Stai leggendo - All'ombra del monolite - il blog di Francesco Russo

In missione contro le distrazioni per proteggere aziende e persone dagli effetti negativi dell'economia dell'attenzione

Le 8 abilità per essere un riferimento

Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale

Pagina pubblicata in data 10 marzo 2020
Aggiornata il 3 gennaio 2024
Tempo di lettura: il tempo necessario a capire le cose

Il mio ruolo di consulente in metacognizione mi porta spesso a intervenire in azienda per aiutare a sviluppare le relazioni fra i colleghi e le colleghe. Fra chi ricopre ruoli dirigenziale e le persone che deve guidare.
Uno dei punti del protocollo che ho sviluppato e che propongo ai clienti prevede non solo un intervento sul flusso organizzativo del lavoro, ma anche sull'ambiente di lavoro (incluse le relazioni fra le persone e lo sviluppo delle abilità, della crescita personale di ogni persona).

Diventare un riferimento

Diventare una persona di riferimento per altre persone richiede di compiere un lungo percorso. Un percorso di continua crescita e apprendimento.

Significa essere persone capaci di accettare le sfide che si pongono lungo il cammino, ricercare riscontri (feedback) dalle altre persone, coltivare connessioni con le altre persone e sviluppare la comprensione nei confronti di coloro che ci stanno attorno.

Le caratteristiche essenziali da sviluppare per divenire un riferimento sono otto. Che vanno coltivate, messe alla prova, adattate. Devono passare per un crogiolo che permetta di sviluppare quella forza d’animo e quella tenacia necessaria per motivare e guidare le altre persone.

Quando si è il punto di riferimento di un gruppo di lavoro, è fondamentale essere abili nella comunicazione, nella pianificazione, nella risoluzione di problemi e nel delegare.

1. Consapevolezza

Coltivare la propria consapevolezza, la propria metacognizione, permette di incarnare il nostro io migliore, che ci permette di motivare e ispirare chi ci circonda.

Essere competenti non è sufficiente. Le persone devono fidarsi di noi e, quindi, entrare in sintonia con noi, altrimenti non saranno disposte a rischiare per noi.
Capire come le persone ci percepiscono è fondamentale per la nostra crescita. Chiedere e ricevere riscontri (feedback) può essere complesso (leggi l’articolo "Una cultura ricca di feedback").

Si deve iniziare a chiedere riscontri (feedback) in situazioni tranquille, normali. Poi col tempo si passerà a scenari sempre più impegnativi. Questo anche perché maggiore è il grado di fiducia e maggiore il riscontro sarà sincero, e la costruzione di un rapporto di fiducia richiede tempo.

2. La curiosità

La curiosità è un modo di guardare il mondo. Si tratta di guardare oltre la punta del proprio naso. Di esplorare territori inesplorati. Di essere capaci di cambiare costantemente prospettiva (leggi l’articolo "La fonte dell'eterna (o quasi) giovinezza").

Ciò significa guardare alle situazioni e ai problemi dal punto di vista degli altri, come ad esempio clienti o concorrenti.

I bambini e le bambine nascono con la curiosità nel proprio DNA, sono naturalmente portati e portate a fare domande, a scoprire il mondo che ci circonda. Prendere esempio da loro è fondamentale (leggi l’articolo "Una mente zen per eccellere").

3. Capacità analitica

La capacità di scomporre problemi complessi, identificare le cause e proporre nuove soluzioni. Fidarsi del proprio istinto non è sufficiente. È necessario sviluppare le proprie capacità analitiche, concentrandosi sulle relazioni di causa-effetto e prestando attenzione ai modelli e alle tendenze. I dati non cadono dal cielo, ma sono generati dalle persone e per questo non sono "obiettivi" (leggi l’articolo "La fallacia dei big data").
Essere capaci di immergersi nella complessità della raccolta dei dati, comprenderne le implicazioni e stare attenti ai potenziali pregiudizi insiti nei dati stessi è importante per poter prendere le decisioni più corrette per il business.

4. Adattabilità

Il mondo sta cambiando sempre più velocemente. Di conseguenza le aspettative delle persone evolvono più rapidamente e si deve essere capaci di adattarsi a questa evoluzione.

Per sviluppare la propria capacità di adattamento dobbiamo cercare di vivere esperienze che richiedano flessibilità. Andare oltre la zona di comfort. Valuta la possibilità di andare all’estero. Lavora in ambienti nuovi con persone diverse, tenendo presente quello che è definito il paradosso dell’adattabilità.

5. Creatività

Le idee più innovative emergono quando si crea un ambiente fertile a queste ultime. È importante ricordare che nessuno può avere in solitaria grandi idee. Un ambiente che stimoli la diversità di pensiero, il salto di paradigma e la condivisione delle proprie esperienze personali è fondamentale. Per questo è necessario offrire le dovute opportunità di crescita personale, che possono stimolare i processi creativi (puoi leggere l’articolo "La mente vagante per liberare la tua creatività").

6. Comfort con l'ambiguità

Gestire l'ambiguità significa avere in testa idee contrastanti e gestire priorità concorrenti che sembrano ugualmente importanti. Molte persone cadono nella trappola del pensiero lineare, credendo che X sia la causa di Y. È necessario coltivare una mentalità sistemica che aiuti a capire come le cose sono collegate fra loro e che permetta di confrontarsi con idee opposte.

Per abbracciare l'ambiguità è necessario immergersi nella complessità. Per riuscire in questo è necessario introdurre differenti pratiche per mantenere libera la mente. Meditazione, mindfulness, yoga o qualsiasi altra disciplina in base alle proprie esigenze (a riguardo puoi leggere l’articolo "Un tipo di mindfulness per ogni persona").

7. Resilienza

Una visione "incrollabile" può portare a problemi nell'ambiente aziendale. Riconoscere la natura fluida delle situazioni che oggi le aziende devono affrontare è un elemento essenziale per qualsiasi business. Dimostrare la capacità di ricalibrare la gestione dell’azienda in base ai tempi che si vedono è determinante per mantenere l'azienda sulla strada per raggiungere i propri obiettivi.
Per questo è necessario sviluppare la resilienza di ogni persona che lavora in azienda ("Costruisci la tua resilienza" e "Resilienza: ricaricare non resistere").

8. L'empatia

Comprendere e relazionarsi con gli altri a livello emotivo è un tratto fondamentale di una guida. Bisogna essere in grado di calarsi nei panni degli altri, capire cosa conta per loro, quali sono le loro priorità e individuare i punti che si hanno in comune. Sviluppare la propria intelligenza emotiva permette di apprezzare maggiormente le sfide complesse che gli altri stanno affrontando e aiuta a promuovere un ambiente più solidale e accogliente.
Per questo ho sviluppato un percorso di formazione Legami - Corso sull'intelligenza emotiva e l'empatia.

Dott. Francesco Russo

BREVE PROFILO DI FRANCESCO RUSSO
Francesco Russo, consulente di marketing e consulente esperto in economia dell'attenzione e distrazione. Ha iniziato ad occuparsi di comunicazione nel 1999. Quell'anno si appassiona al mondo del web e della comunicazione preparando una tesina per l'esame di maturità.

Il 1° febbraio 2010 fonda BrioWeb, agenzia di marketing e comunicazione operante in tutta Italia e all'estero con base a Venezia.

In occasione del decennale di BrioWeb fonda la rivista di marketing "Eclettica Magazine" (100% gratuita) e da vita ad una collana di e-book di marketing anch'essa completamente gratuita.

Nel corso della sua lunga carriera è sempre stato ispirato dal concetto del "tutto è connesso", sviluppando un approccio al marketing "olistico", che lo ha portato a divenire autore di articoli, libri, relatore ufficiale di SMAU, dell'Hospitality Day, e di molte altre manifestazioni di livello nazionale ed internazionale.

Nel 2006, dopo un ciclo di incontri dedicato al cyberbullismo che lo ha portato a visitare una serie di scuole medie superiori venete, ha iniziato ad interessarsi al fenomeno dell'economia dell'attenzione e di conseguenza dell'economia della distrazione.

Oggi è considerato un esperto di stress, ansia, esaurimento cognitivo, insonnia, workhaolism, burnout, information overload, infodemia, nomofobia, multitasking, fake news, sharenting, smombies e phubbing, che lo portano ad erogare consulenze e corsi nelle aziende di tutta Italia.

In evidenza

Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale

Andata esaurita la prima edizione nel primo mese dalla pubblicazione, scopri come difenderti dalla manipolazione, dai pericoli della distrazione grazie alla metacognizione clicca qui

Fissa un appuntamento
Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale

Consulenze sugli effetti negativi dell'economia della distrazionie e sulle nuove dipendenze

Consulenze sugli effetti negativi dell'economia della distrazionie e sulle nuove dipendenze

Bacheca

Fissa un appuntamento
hai tutta la mia attenzione!

Cliccando sul logo del servizio Calendly, puoi fissare un appuntamento nel giorno e nell'ora che ti sono più utili. Una volta che avrai fissato l'appuntamento ti invierò una e-mail attraverso la quale potremmo metterci d'accordo se preferisci che ci vediamo in presenza o on-line. Non esitare a fissare un appuntamento. Incontrarsi è sempre un'occasione di crescita e soprattutto non costa nulla (anche perché è gratuito!).

Le mie collaborazioni

Attenzione e concentrazione
l'oro del XXI° secolo

"Grazie allo sviluppo della metacognizione, possiamo migliore la nostra attenzione e la nostra concentrazione, che sono gli ingredienti base per raggiungere lo stato di flusso, che ci permette di resistere al canto delle sirene della distrazione.
Grazie allo stato di flusso sviluppiamo la creatività, la base per l'innovazione, che permette la crescita di un business ed il miglioramento personale."

Francesco Russo

Un libro di successo

Viviamo in un momento storico che getta ognuno di noi in una vera e propria tempesta perfetta, che offre, come mai prima, a manipolatori ed imbonitori tantissime occasioni.
Ma quanto noi contribuiamo ad offrire occasioni ghiotte a questi ultimi? Lo racconta Francesco Russo nel suo nuovo libro.

"Burattini per scelta?" non è il primo libro dedicato a fenomeni come la dipendenza da smartphone e le fake news.

Ma è il primo libro che presenta ed analizza la radice comune di fenomeni che sembrano fra loro distanti, come, la distrazione, lo stress, l'ansia, l'esaurimento cognitivo, l'insonnia, il workhaolism, il burnout, l'information overload, l'infodemia, la mindfulness, la nomofobia, il multitasking, lo sharenting, gli smombies, il phubbing, il doomscrolling, il doomsurfing, il vamping.

Acquista il libro autografato con lo sconto del 10%.
Le spese di spedizione sono incluse!

Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale

Acquista il libro sul sito dell'editore
Clicca qui

Acquista il libro su Amazon
Clicca qui

Iscriviti a "Pillole d'attenzione" e diventa un "Guardiano dell'attenzione"!

Clicca qui

Risorse

Seguimi sui social

Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale. Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale. Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale.
Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale.
Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale.

Contatti e recapiti

FocalizzaTI
Dott. Francesco Russo - Esperto in economia dell'attenzione


Recapiti
Tel.: +393515550381
E-mail: info@focalizzati.eu
PEC: brioweb@pec.it
Telegram: @focalizza

Orario Ufficio
Lunedì
dalle 15.00 alle 19.30
Da martedì a giovedì
dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.30
Venerdì
dalle 10.30 alle 13.00

Informativa sulla Privacy | Powered by BrioWeb

Ⓒ1999 - Dott. Francesco Russo
C.F. e P.IVA 03853870271

Seguimi sui social

Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale. Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale. Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale.
Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale.
Francesco Russo, consulenze per gestire gli effetti negativi dell'economia dell'attenzione, workhaolism, burnout, information overload, nomofobia, multitasking, stress e infodemia, attraverso la metacognizione per il benessere digitale.

FocalizzaTI
Dott. Francesco Russo - Esperto in economia dell'attenzione


Recapiti
Tel.: +393515550381
E-mail: info@focalizzati.eu
PEC: brioweb@pec.it
Telegram: @focalizza

Orario Ufficio
Lunedì
dalle 15.00 alle 19.30
Da martedì a giovedì
dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.30
Venerdì
dalle 10.30 alle 13.00

Informativa sulla Privacy | Powered by BrioWeb

Ⓒ1999 - Dott. Francesco Russo
C.F. e P.IVA 03853870271